L’obiettivo della bioeconomia è la promozione delle bioindustrie europee a basse emissioni di carbonio, efficienti sotto il profilo delle risorse, sostenibili e competitive.
Le attività si concentrano sulla promozione della bioeconomia con la trasformazione dei processi e dei prodotti industriali convenzionali in prodotti e processi biologici efficienti nell'uso delle risorse e dell'energia, con lo sviluppo di bioraffinerie che utilizzano biomassa, rifiuti biologici e biotecnologici sottoprodotti derivati dalla produzione primaria e l’apertura di nuovi mercati attraverso il sostegno alla standardizzazione, alla regolamentazione e alle attività dimostrative/sperimentali e altri, tenendo conto delle conseguenze della bioeconomia sull'utilizzazione del terreno e delle modifiche di destinazione del terreno

(Tratto da Comunicazione della Commissione Europea sul Regolamento che istituisce il Programma quadro di ricerca e innovazione HORIZON2020, sotto la priorità “Bioeconomia”)

Secondo questo modello il sito regionale sulla chimica verde parte dai contenuti sviluppati dal progetto PLASTiCE (finanziato dal programma europeo Central Europe) per promuovere:

  • un punto informativo nazionale sulle bio-plastiche, NIP, ricco di materiali e contenuti di approfondimento sulle plastiche sostenibili e la bio-economia
  • un punto informativo regionale sui contenuti, gli obiettivi, le strategie e le opportunità offerte dal Cluster SPRING - Sustainable Processes and Resources for Innovation and National Growth (Cluster Tecnologico Nazionale della Chimica Verde), verso cui la regione Emilia-Romagna si è impegnata a supportare e valorizzare lo sviluppo locale.